minasi.eu minasi.eu minasi.eu minasi.eu

minasi.eu

Potenzialità e accessibilità del mercato ucraino per i vini italiani

La recente abolizione dei dazi sui vini UE costituisce un'ulteriore opportunità di sviluppo per vendite italiane in forte crescita

Dal 1° gennaio 2021 è entrata in vigore l’abolizione dei dazi sui vini europei in Ucraina. La loro eliminazione è una conseguenza degli accordi commerciali dell’Ucraina con l’UE avviati nel 2014 e divenuti effettivi nel 2017. Gli Accordi con l’Unione Europea, volti a liberalizzare gradualmente il commercio, consentono accesso illimitato a un mercato vastissimo che, solo lo scorso anno, ha importato vino per circa 147 milioni di dollari dall’UE.

L’Italia, già leader del mercato ucraino con crescite esponenziali negli ultimi anni, potrà certamente giovare di questa nuova situazione e, difatti, è prevista un’ulteriore crescita delle esportazioni da qui al 2024.

L’ Ucraina e il vino: tendenze di consumo

L’Ucraina è l’ottavo paese più popolato d’Europa, con circa 42 milioni di abitanti (2018) e un PIL di circa $ 3 000 annui (€ 2 400 ca.) che ha fortemente risentito della crisi con la vicina Russia e ha subito una svalutazione della moneta nazionale e una riduzione del potere di acquisto degli ucraini. La classe media ucraina è ancora molto ristretta quantitativamente e la popolazione ha redditi piuttosto bassi.