minasi.eu minasi.eu minasi.eu minasi.eu

minasi.eu

Il settore nautico: volàno di crescita per l’export di numerose province italiane

I risultati 2020 documentano a livello territoriale diffuse performance positive per le vendite all'estero del settore.

Nei primi tre trimestri del 2020 l'export italiano di Navi e imbarcazioni da diporto1 ha registrato un incremento tendenziale cumulato prossimo ai 14 punti percentuali. Dopo un secondo trimestre fortemente penalizzato dal lockdown, nel periodo più recente le vendite all'estero del settore hanno evidenziato un rimbalzo molto forte, con valori del 60% superiori rispetto al corrispondente trimestre 2019, e proseguendo il cammino di crescita interrotto nel primo trimestre dell'anno. Se andiamo a confrontare i dati italiani con quelli mondiali, si nota come nei primi tre trimestri 2020 l’Italia presenta la performance migliore, a differenza dei grandi competitor (Cina, Korea, Giappone, Germania e India) che mostrano tutti andamenti (anche significativamente) negativi.

Dagli ultimi dati delle esportazioni dei territori italiani, disponibili nella sezione Exportpedia, il settore nautico è risultato tra quelli che presentano la maggiore resilienza, soprattutto con riferimento all'aggregato di riferimento - il comparto Metalmeccanico - che ha segnato cali particolarmente rilevanti.

Da un’analisi dei territori interessati, risulta evidente come la presenza dei grandi gruppi cantieristici navali italiani, noti in tutto il mondo, sia rilevante ai fini del benessere dell’intero settore. Tra le province maggiormente determinanti nei risultati positivi conseguiti dal settore vi sono Lucca (sede di importanti gruppi come Azimut-Benetti e Overmarine), Genova (sede di Fincantieri), Gorizia (Fincantieri) e Ravenna.